Le grandi esposizioni ormai regolano la vita culturale

Sono considerate a pieno titolo come delle opere d’arte e contribuiscono ad alimentare la riflessione sul Mondo dell’Arte.

Les Mémoires des Toiles

Espressione della trasformazione della natura effimera delle esposizioni in immagini specchio durevoli e pedagogiche.

Per ogni mostra rivisitata

CREAZIONE di una COMPOSIZIONE ORIGINALE di DETTAGLI SIGNIFICATIVI di opere scelte e organizzate nel rispetto della scenografia dei curatori delle esposizioni.

Un concetto originale: il concetto "Mémoires des Toiles"

Stabilire un SCAMBIO, un DIALOGO tra il pittore e chi guarda

  • REGOLA : Originalità
  • PEDAGOGIA : dare un senso, chiarire il significato
  • MEMORIA : prolungare l’incontro con i Grandi Maestri grazie alle immagini specchio delle esposizioni
  • GIOCO e PIACERE  (Freud)
  • Concepire e realizzare > per il pittore
  • Riconoscere e capire > per chi guarda
  • EMOZIONE : dialogo dei colori e delle forme

Completare il primo approccio meramente visivo delle opere, per soddisfare l’appetito di comprensione di chi guarda.
Imparare grazie alla combinazione dei dettagli delle opere, una storia vicina alla pittura
Invitare ad un percorso storico culturale nel mondo dell’Arte Moderna e Contemporanea

Il metodo della costruzione pedagogica

Cercare di svelare e mettere in valore il SIGNIFICATO, la SENSIBILITA’, il MESSAGGIO dei Grandi Maestri durante la loro epoca
Immergersi nell’universo cromatico e nella specificità della tecnica di ogni artista
Suggerire l’importanza e il ruolo del colore nel processo creativo: Teoria dei colori (Goethe-Chevreul-Itten)
Sottolineare i legami d’ispirazione reciproci fra:

  • Pittura e musica
  • Pittura e poesia
  • Pittura e architettura
  • Pittura e scultura
  • Pittura, cinema e fotografia
  • E piu’ in generale tra Arte e Società

L’applicazione di un approccio di lavoro “alla Matisse”

L’architettura della composizione : tappa fondamentale della creazione e un vero e proprio sport cerebrale
La scelta della presentazione e la pianificazione della grandezza, della forma, del colore dei dettagli sono concomitanti e sono il risultato :

  • Della percezione dell’emozione sentita davanti allo SHOCK delle opere
  • Dell’attrazione e della voglia suscitate dalle mostre e dalle conferenze (vita, stotria, ambiente,…)
  • Dallo studio dei dettagli significativi e molteplici delle opere dei Grandi Maestri

L’associazione e la temperatura di colore contribuiscono all’atmosfera del quadro e a creare un ritmo di lettura: il colore diventa architetto della composizione.
L’approccio e l’adattamento del disegno per una realizzazione di formati di presentazione a discrezione dell’ispirazione
Formati differenti (Paesaggi, Ritratti, Carrè) costituiti dai significativi e molto variegati dettagli delle opere

  • Dettagli iconici di: paesaggi, nature morte, ritratti, autoritratti, scene di vita,…
  • Dettagli pittorici caratteristiche de: l’ombra, la luce, la prospettiva, il materiale, il colore, la chiave pittorica…

Le fonti di lavoro : cataloghi delle mostre, corsi e conferenze di storia dell’arte, bibliografie e biografie dei Grandi Maestri

L’approccio tecnico

Utilizzo della pittura acrilica sinonimo di modernità:

  • Flessibilità di applicazione
  • Stabilità e resistenza dei colori
  • Saturazione straordinaria
  • Permette tutti gli effetti pittorici (dalla tecnica dell’acquerello a quella della pasta in correlazione con le tecniche dei Grandi Maestri)

La pittura acrilica molto piu’ di qualsiasi altro mezzo, e’ adatta per delle immagini nette e incisive che traducono la realtà del mondo moderno
Utilizzo di tecniche miste, specifico per dare effetti di trasparenza, impasti, pastello grasso… collage, inchiostro, pennarelli
Realizzazione grazie all’utilizzo di vari strumenti: pinze, spazzole, coltelli, mattarelli, a seconda dell’aspetto che si vuole conferire al materiale

La chiave pittorica e’ data dallo strumento usato, dal gesto e dalla consistenza della pittura, per ottenere il miglior risultato possibile e il piu’ conforme alla tecnica dei Maestri.